?>
Surf
CyclismeFootballAuto
TennisRugbyBasketball
GolfMotoGymnastique
AthletismeAvironBaseball
EquitationEscrimeHandball
JudoKaratéNatation
Plus >
 

Surf - Surf storia

Choice your language :     

Surf

 

 

 

Il 'Si e'nalu ... .... Mezzi in hawaiano: la resistenza onda su e si fondono con essa.

 

Storia

Intorno al 400 aC, i pescatori della Polinesia facevano a gara per evitare di rovesciarsi in onde dal alto dopo una giornata di lavoro. Troviamo anche navigare nelle canzoni hawaiane partire dal quindicesimo secolo.

Surfing "new wave" è nato in Oceania e sviluppato all'inizio di questo secolo, in Australia (Bondi Beach) e gli Stati Uniti da un certo George Freeth (California per piccole onde e l'isola di Hawaii, onde fino a 'a 9 metri). Il primo club, l'Outrigger Canoe Club, fondato nel Waikiki sull'isola di Hawaii nel 1907, è alla base della crescita del mondo del surf, competizioni sportive e del tempo libero. Il tre volte campione olimpico di nuoto, Duke Kahanamoku, il 'Duca', è stato uno dei promotori prima di navigazione al mondo all'inizio di questo secolo. I campionati si sono svolti prima surf alle Hawaii nel 1920 (Pacific Coast Surfing Championship a Corona del Mar).

Dal 1936, qualche attributo tentativi quasi sempre omesso di pionieri come George Biarrots Hennebute Henry Hiriart o fratelli Villalonga. Nel 1952, Jacky Dacquois Rott assiste News al momento della proiezione di un documento dedicato al surf sulle spiagge di Waikiki. Tornato a casa, fa la prima tavola da surf francese, degna di questo nome. Senza deriva, terribilmente pesante, ma non è mai accadere ad addomesticare.

Il primo concorso di navigazione vera risale a circa 1954 il Makaha International Surfing Championship, svoltosi a nord mitico spot-West Shore di Oahu, Makaha. Surfisti della California, l'Australia e il Perù combattuto e poi proclamato il primo campione grandi di quel tempo, George Downing.

 

La prima apparizione del surf in Europa, ha avuto luogo in Inghilterra nel 1931, proposto da un Staffieri Pepino che sopravvalutata sulle rive di Newquay, in Cornovaglia.

Nel 1959, il primo club surf francese, il Waikiki Surf Club è stato fondato dal miliardario peruviano Carlos Dogny. Il surf è strutturato. I fratelli De Rosnay creare il surf club chic Francia. Jo Moraïz aperto il primo negozio di surf e fondò il Biarritz Surf Club. Nel 1964 la Federazione francese di Surfing è stato creato, presieduta da Guy Petit. Hennebute George, stanco di nuotare tutto il tempo per recuperare la sua tavola inventato molto tempo prima guinzaglio "tutti". Dissuaso dagli scherni dei suoi compagni di scuola, non oserà al fascicolo del brevetto per questa invenzione geniale. Surfing vince il Landes e la costa Gironda con due posti, Hossegor, soprattutto grazie a Jean-Louis Bianco. All'alba di sinistra degli anni '70, i navigatori stranieri come Nat Young, Wayne Lynch , Mike Tabelling, Gerry Lopez , Jeff Hackman, Valluzi Bruce, Mike Diffenderfer, attratti dalla qualità del break-Spiaggia di Hossegor, il sublime il bar, la maestà del diritto Guéthary darà un impulso decisivo per la navigazione francese.

Nel 1977, con il boom di skateboarding, la Federazione francese divenne la Federazione Francese di surf e skate. Rinomata per la qualità delle sue onde, la Francia sarà naturalmente attrarre grandi marche surfwear (Quiksilver Saint-Jean-de-Luz, Hossegor Rip Curl) e di incoraggiare i navigatori di fama stabilirsi sulle sue sponde, come Gary Elkerton in Lacanau Ocean o Tom Curren in Anglet.

Nel 1994, la Federazione francese separa la skateboard e prende oggi il nome della Federazione Francese di Equitazione Surf. Circa 200 000 surfisti in Francia.

 

 

ISA (International Surfing Association) è stata fondata nel 1976 alle Hawaii e ha 43 paesi membri.

 

Uno dei padri del surf è il francese Joël de Rosnay, dottore in scienze, fratello di Arnold (morto nel windsurf Mar Cinese). Francia nel primo campione della disciplina (1965), è anche uno specialista windsurf (campione nazionale di longboard nel 1988) e Hobie Cat.

 

 

 

Boards

 

In origine, le tavole sono state fatte di legno duro e pesava circa 72 kg. Surf è diventato uno sport popolare attraverso lo sviluppo di pannelli leggeri (fino a 11 kg). Dal 1960, i produttori stanno usando materiali più leggeri (polistirolo e fibra di vetro). Le tavole sono sempre più facile da manovrare.

 

Le discipline e le tecniche

 

Il longboard, o di Malibu, il surf originale

A bordo di grandi dimensioni con la lunghezza minima consentita in concorso è di 9 piedi (274,5 cm).
Progettato in loco a Malibu in California nel 1950 all'inizio, questo piatto ampio, pesante, piatto con un fronte arrotondato consente di seguire l'onda di cui sopra, ma permette la circolazione e rendendo pose più o meno la rappresentazione di opere sul naso del consiglio di amministrazione raggruppate sotto la voce generica di 'cavalcare naso'. Il longboard è la scheda perfetta per iniziare la navigazione grazie alla sua stabilità in acqua. Il primo campione del mondo è stato australiano Nat Young, incoronato nel 1983.

 

 

 

Il bodyboard o "biscotto"

Si tratta di un elemento breve circa 5 metri di lunghezza (152, 5 centimetri), da parte degli esterni è morbido (polietilene espanso). Sviluppato da californiano Tom Morey nel 1971, è più spesso utilizzato in posizione supina (soggetto), il boogieboarders aiutato da un paio di pinne corte di esacerbare le partenze anticipate. In onde di laminazione, si esibisce in manovre acrobatiche. Al guinzaglio "(corda legata alla caviglia), entra nel CdA e pinne. Tra gli incarichi di diapositive: il "soggetto" (mentendo), "il ginocchio a goccia" (in ginocchio con un piede sul piatto) o "Stand Up" (in piedi).

 

 

Progettato dal francese Georges Hennebutte al 1968, al guinzaglio "è il filo elastico che collega il navigatore al suo bordo. Allegata alla caviglia del surfista e collegato alla fine del consiglio di amministrazione, consentendo in questo modo il navigatore non perdere. Gli americani hanno scambiato negli anni '70 e hanno così contribuito alla crescita del surf di tutto il mondo.

 

Il kneeboard

Specialty vicino al Shortboard, kneeboard è la pratica in ginocchio su una tavola leggermente più corta, ma più ampio. Questa è una disciplina intermedia tra il surf e bodyboard in quanto il professionista aiutare ogni palmo per facilitare le partenze, ma rimane in ginocchio per tutta la durata dei suoi benefici. Le manovre eseguite in kneeboard sono le stesse di surf.

 

 

 

Il skimboard

 

Born in the USA nel 1930, il skimboard è quello di navigare in un onda con il lancio dalla spiaggia. Utilizzando una scheda breve, sottile e privo di deriva, la skimboardeur usa per lanciare il film sottile di acqua lasciata dal ritira onda dalla spiaggia per andare colpire la prossima ondata tirando trucchi molto simili a quelle del surf .

 

 

 

 

Il Bodysurfing

 

Il corpo-surf è quello di cavalcare l'onda direttamente con il suo corpo. L'aspetto di bodysurfing è anteriore di surf. Si tratta di una disciplina impegnativa, che enfatizza il rispetto fondamentale per la natura e il confronto diretto con l'oceano.

 

Il Shortboard

Più leggero e più brevi, la scheda è utilizzata a livello internazionale. La lunghezza del bordo è 1,80 m di lunghezza e 46 cm di larghezza.

Il "Big Waves Campionati del Mondo, una prova di grandi onde tra i 9 ei 18 metri, viene eseguito con tavole" Shortboard ".

 

 

 

Tandem Surfing

Nato nel 1920 sulla spiaggia di Waikiki nelle Hawaii, dove i navigatori sono stati porta i turisti nei loro consigli per un giro tra le onde, il surf è quello di eseguire figure tandem artistico 'indossato'.

 

 

 

Kitesurfing o fly surf o kiteboarding

 Navigazione su un piatto (dopo il surf con cinghie o full-board wakeboard), trainati da un aquilone o mini-paracadute (velocità del vento tra i 7 ei 40 nodi). Questa nuova forma di diapositive, è stato sviluppato da due fratelli francesi, Dominique e Bruno Legaigoux primi anni '90. L'aquilone (meno oneroso rispetto a velo), sostituisce la vela e di traino e di bordo. Saltando le onde, i navigatori possono raggiungere una maggiore altezza utilizzando la vela. Kitesurfing è gestito dalla Federazione francese del volo libero.

- Tra i seguaci di kitesurfing: una leggenda del surf, Robby Naish, e il pioniere Pete Cabrinha delle Hawaii e Flash Austin, campione del mondo.

 

 

 

Un fenomeno! Lo spagnolo Gisela Pulido (14-1-94) è diventato nel 2004 all'età di 10 anni, campione del mondo di kitesurf sul circuito KWPT tutte le categorie (junior e senior!).

 

Voto Criterie punteggio di Gamma:

- 0-2: surf bad: mostra scarso controllo e uno o due figure di base.

- 2,1-4: un surf mediocre con controllo del mezzo e di due figure fondamentali moderatamente eseguito.

- 4,1-6: un surf media: il surfista ha un buon controllo ed esegue una figura importante e radicale.

- 6,1-8: un'onda sonora: mostra un buon controllo su una successione di cifre e di almeno due figure radicale.

- 8,1-10: ottimo vago con un perfetto controllo per l'esecuzione di una serie di figure radicale.

 

Nella storia del surf, il punteggio perfetto di 10 è stato dato solo due volte, nel 2005, Kelly Slater al Billabong Pro Tahiti surf due onde ciascuno valutato 10 di 10 (il precedente record di 19,93 è stata compiuta da lui) e al 2006 Pipeline Masters Andy Irons in Hawaii.

 

Movimenti

 

Partenza: decollo

Si deve al "picco" nel luogo in cui l'onda è più vuota. L'energia che è poi il massimo. Che quando il surf si alza sul suo bordo a scendere l'onda. Il decollo è una città corrotta. Deve consentire la navigazione per raggiungere la velocità più alta possibile. La fine del decollo, partenza ritardata, fornendo una maggiore velocità in quanto il navigatore è in attesa per l'onda è vuota come possibile scendere. Quando è su base volontaria, alla fine del decollo è ben osservato in concorso.

 

 

Lo spostamento verso il basso: trasformare in basso

 

Questa è la chiave per una buona onda navigato. Le modifiche fondo girare la velocità di discesa in uno stimolo (accelerazione) che dovrebbe consentire di navigare a risalire onda a seguire le manovre di seguito. Il web decollo - bottom turn è la manovra di navigazione di base. Essa determina il buon svolgimento delle sequenze sulle onde.

 

Roller

 

Il surf Torna all'inizio dell'onda. Si deve ruotare il suo consiglio di amministrazione a fare marcia indietro l'onda: il rullo. Per essere il più radicale e più spettacolare possibile, il recupero deve essere verticale e la navigazione dovrebbe essere possibile spostare quasi tutto il suo consiglio di fuori dell'acqua. Si tratta di una cifra spettacolare che richiede un sacco di velocità e dei tempi "nella sua esecuzione.

 

Il cut-back

 

Si tratta di una concatenazione di 2 angoli, che ritorna ad essere il trogolo dell'onda per catturare tutta l'energia di essa ed essere in grado di sollevare. Si tratta di una navigazione di base. Un buon taglio-back non va a scatti nella sua esecuzione. Si richiede una buona velocità.

 

Il tubo

 

Che quando il labbro dell'onda copre il surf. Il tubo è la manovra che si accorda più con lo spirito del surf (surf e l'armonia delle onde). Richiede la perfezione totale del posizionamento, velocità, controllo della traiettoria. Si tratta di una manovra molto difficile e molto spettacolari.

 

 

Tra le onde più grandi del mondo: "Jaws", con una altezza di otto a quindici metri nelle Hawaii. Anche molto popolare, il tubo temuto di Teahupoo a Tahiti, un riferimento al circuito professionale! Altre onde leggendario Banzai Pipeline, Waimea Bay, Oahu e Back Door in Hawaii, Tavarua nelle isole Figi, G-Land Indonesia, Bells Beach e Kirra Point in Australia, El Buey in Cile, Todos Santos in Baja California, Mavericks e di Huntington, in California, Lafiténia Saint-Jean-de-Luz.

 

 

Top spots francese:

Audierne (Finistère) - Lacanau (Gironde) - Seignosse (Landes) - Biarritz (Pyrenees-Atlantique) - Guidel Plage (Morbihan) - Saint-Gilles-Croix-de-Vie (Vendée) - Villefranche (Alpes-Maritime) - Marsiglia ( gamma di oggetti di vetro) - Bastia (range Farinole) - Saint-Gilles-les-Bains in Ile de la Reunion - Sainte-Anne in Guadalupa (spiaggia Helleux) e Tartaria in Martinica.

 

 

 

Tracker onde

Billabong XXL

Il Billabong XXL awards dal 2001 il surfista più grande ondata del mondo. Vincitori: 2001: Mike Parsons - 2002: Carlos Burle BRE - 2003: Malik Joyeux FRA - 2004: Pete Cabrinha - 2005: Dan Moore - 2006: Brad Gerlach. Dal 2005, il Billabong XXL anche premiare i surfisti: primo vincitore: Jamillah Star

La Polinesia Malik Joyeux (1980-2005), specialista in grandi onde, annegati nel dicembre 2005 nel corso di un incidente di navigazione si è verificato sulla North Shore di Oahu nelle Hawaii.

 

 

Nuovo record:

70 piedi o di 21,30 metri: Pete il surf gigante dell'onda Cabrinha nel 2004 il famoso spot di Jaws. Il record precedente era detenuto dal brasiliano Carlos Burle , che aveva navigato un'onda di 68 metri in California nel 2002.

 

 

Il 360 °

Si tratta di un giro completo facendo perno della piastra. Si tratta di una manovra difficile, a seconda di dove l'onda in cui è collocato (sezione), che indica una sicurezza ad alta tecnologia e il surf.

 

Il ciclo

È sia un rullo e un cut-back. Il surf backup onda e giù nella valle dell'onda. Non dobbiamo confondere con un 360 °. Si tratta di una manovra molto spettacolare e molto difficile da eseguire. E 'molto raro evento.

 

L'antenna

Confinante con il surf sulla cresta dell'onda e si tolse su di esso. Il surfista deve poi controllare il suo consiglio di ruotare e di svolgere il suo "sbarco" su l'onda. Si tratta di un gran moda negli ultimi 2 anni e molto difficile da eseguire nella sua interezza.

 

Sapete che il surf si trova sul punto di rottura all'interno (il picco) dell'onda ha il diritto di priorità assoluta e durante tutto questo tempo ha navigato quell'onda. Qualsiasi altra partenza surf questa ondata si è reso colpevole di interferenze e dovrebbe essere penalizzato.

 

 

 

 

 

Glossario

Back Wash: wave back, che stava tornando in mare dopo aver colpito il consiglio.

Barrel: descrive un'onda particolarmente cavo, un tubo d'onda.

Beach Break: onde che si infrangono su fondali sabbiosi.

Big wave rider: l'uomo che abbandonano il surf in particolare per le onde di grandi dimensioni.

Curve Bottom: sotto o caratteristiche che possono essere di parte inferiore di una commissione.

Girare a basso: girare a correre giù onda.

Loop: 360 ° volta eseguita senza slittamenti sulla cresta dell'onda.

Canale: corridoio per andare in mare aperto per evitare le onde.

Curl: parte l'onda che confina continuamente il punto di rottura della stessa.

Cut-back: trasformare il surfer che torna al punto di rottura dell'onda per riprendere velocità e di energia.

A destra: per un surfista è un'onda al posto giusto quando si guarda verso il bordo. Per uno spettatore è esattamente l'opposto.

Floater: è funzionale è quello di spostare una sezione di un onda surf sul retro di esso.

Foil: la distribuzione longitudinale di spessore della lamiera, quando si guarda nel profilo.

Front Side: navigare in onda

Vetroso: condizioni date da una totale mancanza di vento. Le onde sono lisce, l'oceano come uno specchio.

Goofy-piedi: ha detto di un surfista che ha il piede sinistro nella parte posteriore della sua tavola. Si parte anteriore sul lato sinistro.

Pistola: stiratura estrema, molto lungo, per navigare le onde molto grandi.

Hang-cinque, hang-ten: le cifre di longboard tradizionale (pensione tradizionale 60 anni) costituiti da surf, per quanto possibile sul fronte della piastra.

Interno:

• Una parte della riforma che un'onda scavata vicino al bordo,

• ha detto di un surfista che è più vicino al punto iniziale di scatenare un'ondata.

Labbro o labbra: questa è la parte dell'onda è spostato in avanti durante il suo sfogo.

Line up: è la zona dove le onde sventolare.

Loose, ha detto un bordo particolarmente utile.

Offshore: vento benedetta, soffiare sporcizia, scavo e lisciatura l'onda.

Onshore: maledetto vento, che soffia fuori, deteriorando la qualità delle onde, creando increspate.

Al di fuori: l'opposto della parte interna, descrive le onde che si staccano.

Di picco o di picco: la formazione di onde regolari, rompendo su uno sfondo stabile, fissate in una baia rocciosa o punto.

Reef: fondali di corallo o rocciose.

Reef-break: onde che si infrangono su un fondale roccioso o corallo.

Re-entry: manovra eseguita in forza delle onde alte.

Shore-break: vaga o in parte, onde si infrangono sulla riva.

Skurf: essere tirato a bordo di un motoscafo.

Snap back: paragonabile a un taglio schiena, eseguita brutalmente, senza slittamenti.

Spin out: situazione critica riscontrato quando la moto o il consiglio di amministrazione di un surfista sono più in contatto con l'acqua.

Spot: sventolare luogo particolare, dove le onde di interesse.

Tube: cilindro liquido che si verifica intorno al punto di rottura delle onde particolarmente vuoto.

In metropolitana: la manovra riding regina surf, che è quello di andare fuori dal cilindro liquido.

Trecento sessanta (360) di esbosco e surfer successive fa il suo consiglio di eseguire un giro completo.

Tricks: manovre innovative sviluppate da giovani generazioni. Il loro interesse per il loro grado di difficoltà è spesso difficile da valutare (vedi slide di coda).

Cera: Paraffina Scented che il rivestimento surfer all'inizio della sua commissione al fine di evitare lo slittamento.

Ali (o volantini): curvature presenti sul retro di alcune lastre, destinati ad aumentare la manovrabilità.

Wipe out: caduta.

 

 

 

 

Copyright Sportquick/Promedi


Aujourd'hui
Voir toutes les compétitions en streaming
Photothèque SportQuick : 350.000 photos de sport à voir ici

 

 

Football - Résultats

 

Tennis - Résultats

 

';